Questo sito utilizza cookie tecnici. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a garantirVi una corretta navigazione del sito.

Questo sito utilizza anche cookie di terze parti. Per maggiori informazioni visionare l'informativa sull'utilizzo dei cookie.
Utilizzando questo sito Voi acconsentite all'utilizzo dei cookie da terze parti.

Foto Gallery

CONCERTO PER LA PACE 10-12-16

Ieri a Cassacco Sabato 10 dicembre 2016 sì è tenuto presso l’Auditorium Comunale “Luigi Garzoni” il CONCERTO PER LA PACE. Il primo degli eventi del progetto Esercito Concertante, che si terrà in diverse località del Friuli e poi in altre città italiane ed europee. Il progetto vede protagonisti in un unico percorso itinerante solisti, gruppi, orchestre, danzatori, attori, compositori e protagonisti di diverse nazionalità. ESERCITO CONCERTANTE per una non-guerra è il titolo del concerto che si è tenuto a Cassacco con musiche di J. S. Bach affiancate dalle lettura di alcuni versi inediti di Pietro Mattioni 1870-1945 (nonno e mentore dello scrittore Carlo Sgorlon) ed ad alcuni articoli dello stesso Carlo Sgorlon 1930-2009, entrambi sull’argomento della Prima Guerra Mondiale superbamente interpretati dalla attrice Bruna Braidotti. Per Esercito Concertante si intende un esercito di musicisti di paesi e culture diverse, gli stessi paesi che, tra il 1916 e il 1917, si trovavano schierati sul fronte della Prima Guerra Mondiale, dove civili e soldati hanno cercato di sopravvivere scappando da una guerra che nessuno di loro ha voluto. Un esercito di musicisti si unisce oggi, tra settembre 2016 e maggio 2017, grazie al Bando Regionale FVG nell’ambito della ricorrenza dei 100 anni dalla Prima Guerra Mondiale. L’organizzazione a cura dell’associazione Amici della Musica di Udine, prevede la collaborazione di molti Comuni del territorio, tra cui Cassacco appunto per il legame dei due autori, ed intende allontanare l’odio irrisolto di quegli anni e dare espressione di amicizia per una non-guerra. L’esercito concertante (dal termine musicale concertare) ha il compito di dialogare attraverso la lingua universale della musica e si muove nei paesi degli alleati e degli avversari, fungendo da messaggero di memoria e di diffusione delle culture. In programma le musiche di Johann Sebastian Bach con una performance di spessore degli artisti di fama internazionale del Trio Goldberg (Luisa Sello flauto, Giacomo Birner violino e Alberto Busettini al clavicembalo) La serata resta nella memoria dei presenti oltre che per il valore concertistico indubbio anche per l’operazione culturale che c’è dietro con il Progetto Amici della Musica, ma l’ospite di eccezione è stata sicuramente la Sig.ra Edda Agarinis Sgorlon che con il suo intervento ci ha ricondotto sia ai tempi e alle radici del nostro territorio morenico che al lungo lavoro di ricerca tra i documenti di Pietro Mattioni e del Marito Carlo Sgorlon. Un ringraziamento particolare va alla Presidente della Associazione Amici della Musica Dott.ssa Luisa Sello che sta portando avanti questo importante progetto musicale e culturale. Andrea Biban